Articoli

Fuori dalle bolle! (ohmmioddio sono sottoFivet)

Scritto da Petaloblu. Postato in Blog

05 Ottobre 2013
yogitea
Com' è la giornata tipo di una in pieno ciclo Fivet?
Eccola.
(Ma perchè sto in pieno ciclo Fivet?)
Mi alzo alle 6:35 – prima sveglia- Ama il mondo così lui ama te- si ciuccia il Tirosint pensando al cibo zuccherato anzi daoato (no zucchero ma dao dolce. Non voglio commenti) che assaporerò tra mezz'ora.
Alle 6:45 sono ancora letto ma alzata nella sfera terrestre del quindicesimo chakra che è esattamente il chakra delle moffette. L'atmosfera è un po' come Cocoon il gran ritorno, mi sento vecchia, mi reggo un rene con la mano e calo dal letto ma vogliò dormì.
Ore 6:55 non posso più fingere, devo bucarmi la trippa.
Ore 7:00 Santa Calendula mi protegge e mi vuol bene, la mia trippa è impomatata manco il pupo della Fissan. (traparentesi la Fissan è popò, leggete l'inci e vedete cosa spalmate sui sederini dei piccini, badaben paraben!)
ra le ore 7:00 e le 7:30 mi ciuccio l'histaminun e sogno Lei:
Ore 7:30 LA SACRA COLAZIONE 
Ore 7:31 LA SACRA COLAZIONE STA PER INIZIARE
Ore 7:32 MA DECHé ME DEVO CIUCCIARE il Cyrel e il Chirofol 500 con un bicchiere di acqua che fa bene di prima mattina damme lo zucchero sennò blocco la sorgente Egeria con un SuperSantos grandegrandegrandegrandegrandegrandegrande.
Ore 7:33 Inizio a fare a pezzettini i TRE SACRI BISCOTTI del macrobiotico fatti col dao dolce e polvere di fata, cotti a vento d'alito di mucca vegana ed cresciuti sulla vetta dei monti Andalusi privi di zuccheri e di dolcezza ma temprati come il toro che mettono nelle feste di paese, come un'aquila senza amici e pure zoppa e ciecata. TRE SACRI PEZZI DE CEPPO. BONI.
Leggi tutto Commenti (24) Visualizzazioni: 3649

FIVET mode ON s'intorti chi può!

Scritto da Petaloblu. Postato in Blog

22 Settembre 2013
petalo-e-charlie
Sono in forma, sono una donna serena, guanta la mela guanita guanta la mela guanta la meela guanità chiappa sta meeeela dicevo quando non sapevo cosa fosse una lotta d'indipendenza né conoscevo Guantanamo ma volevo tanto che Guanita prendesse la mela.
Il paradigma della serenità, chi è? E sò io, scusa! 
Sono in piena Fivet/ICSI mood on! E andiamo!
Allora, in questi giorni è successo di tutto, avete presente i finali di serie di Grey's Anatomy? O il finalone de “Il trono di spade” (anche detto da una mia amica “Il trono di minc..e”)? e "Stigmate" ce l'avete presente?
Ecco, qui uguale. Che spasso ragazzi, viva la droga, viva il sopprimente, viva tutto.
Come si può notare qui gli sbalzi d'umore ce li ciucciamo al posto dell'olio di jojoba.. ma la cosa è ben gestita (a fine post vi dico che ho combinato ieri qui mi vergogno, ancora devo sciogliere il calippo)
Insomma il 18 ho iniziato.
Prima del 18 ho sistemato un po' di questioni irrisolte: ho parlato con la mia cooperativa perchè arrivati a questo punto, volente o nolente, non potevo più sorreggere la mole di lavoro che tanto adoro e purtroppo non posso permettermi di girare frivola per i reparti a rischio contagio..e infatti il 15 ero a casa con alterazione dovuto ad allergia e mi si è acceso il lampadario parafango che mi sta salvando in questi giorni.. Non un piede in ospedale e cura omeopatica a palla per arginare allergia e asma allergica. 
Risultato: drogata.
Nel contempo è iniziato l'autunno e io ovviamente ho iniziato a stalkerizzare le foto dei mont blanc su instagram e dei tè che non posso bere.
Va bene, va tutto bene, va bene. 

Ieri sera ho sognato che ero una preta e che invece dell'acquasanta lanciavo nuvole di zucchero filato addosso ai fedeli e poi mangiavamo vino al Circo Massimo e io pregavo, pure.
Va bene, va tutto bene.
Leggi tutto Commenti (14) Visualizzazioni: 7636

Agosto prima della Fivet e la mutanda di Spartaco

Scritto da Petaloblu. Postato in Blog

3 Settembre 2013
Libro-estate--conero
Ho iniziato a sentirne il profumo ..di questo percorso..e a seguirlo.
Come dice la canzone di De andrè..ho iniziato a seguire il mio profumo.
Il mese di Agosto come i precedenti ho potuto realizzare o almeno ci sto provando, ho masticato il fatto della Fivet... Non mi va di girarci tanto intorno o di disquisire sul perchè una donna si trova a fare certe cose ecc ecc. Oh ma poi ci sono i miracoli , i “quando meno te l'aspetti”...”la vita può tutto!”
Pietà. 
Abbiate pietà. Non venite a parlare a me ora di miracoli o di possibilità. Li conosco e mentre ci credo però faccio una cura che devo fare per un problema reale, tecnico, organico. Quindi, pietà.
Ho capito che la gente, anche le persone più intelligenti e perspicaci, tutti non possono far a meno di empatizzare le cose che hanno vissuto..aggiungiamoci una sana dose di carattere ad personam unico e per niente trino, la facoltà di farsi una sana manciata di affari propri e il glaciale e orrendo dato di fatto che nessuno conosce davvero la PMA e tutto il favoloso mondo della fertilità diversamente emancipata...e ecco fatto il tombolone!
Faccio parte del branco di pussy pussy inferocite e poliglotte. Dovrei mettere le mutande di Spartaco, se esistessero avrei quella con lo slippino più incuoiato di tutta Roma.
Leggi tutto Commenti (47) Visualizzazioni: 7865

Mi nome es Telegrafica ar mare in Fivetta

Scritto da Petaloblu. Postato in Blog

18 Agosto 2013
lebowsky-firmato

Telegramma al volano 
perchè non scrivo da tanto ma per motivi clamorosi: sto elaborando e facendo analisi dei dati e soprattutto mi sto depilando da lunghi giorni!
In corsa tra le news più clou:
- Iron Tampax al colloquio con Silente è andata alla grande e al rientro scrivo un post sull'accaduto (notevole intesa e stranezza tra i due protagonisti coming soon)
Leggi tutto Commenti (16) Visualizzazioni: 11401

Luci della ribalta

Scritto da Petaloblu. Postato in Blog

2 Agosto 2013

cuore ripieno-firmato(Candilejas- Luci della ribalta)

Sul lungotevere Marzio c'è un chiosco che spunta all'improvviso tra i palazzi e le storie abitate che si affiancano l'un l'altra creando chissà quale fitta rete di rumori lungo il Tevere. Se passi con l'auto in una notte estiva, quando il traffico non c'è e Roma respira la sua aria e Roma finalmente ti vuole bene e ti concede la calma dei suoi antichi ricordi, se passi lì sul lungotevere ad una velocità abbastanza moderata e se mentre lo fai sei persa tra i tuoi pensieri, puoi notare tra i rettilinei creati dalla strada parallela alla corsa del Tevere, Lui: il chiosco. Il famoso chioschetto che vende stampi di tutti i colori, forme e materiali per fare torte, dolcetti, biscotti. Io non sono mai entrata nel chioschetto del lungotevere ma so che è famoso. E' una di quelle presenze riconosciute ma quasi leggendarie, favolose. Come l'asino che vola e il grillo parlante di Roma, così il chioschetto delle formine dolci, è lì, magari più in vista meno nascosto, meno favoloso ma pur sempre unico, eccezionale se lo vedi scorrere all'improvviso tra le case silenziose e passate del lungotevere.
Io non sono mai entrata nel chioschetto del lungotevere ma so che è lì e l'altra sera, assorta quasi affogata nei miei pensieri, durante un giro in auto sul lungotevere, l'ho visto e ho pensato che io e il chioschetto siamo uguali, per certi versi.
Leggi tutto Commenti (33) Visualizzazioni: 3849
Testi e foto sono di proprietà di "ealloraseiincinta?"
Copyright © 2012

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.