descrizioni-perchequi

perche' qui?

Ma un attimo...mi spiego meglio.
Bhè, dopo un annetto o poco meno di tentativi, una ICSI nominata così, come se stessi dicendo " M.a.r.i.o m.a.n.g.i.a l.a m.e.l.a" a un bambino di un anno, dopo che tutto il mondo ha iniziato a rimanere incinta intorno a me (comprese le teiere) è arrivato un segnale che mi ha spinto a calci nel sedere fin qui.
Preparando un pranzo per un folto gruppo di cari mi sono ritrovata a spremere a mano con mestolo di legno tutti i chicchi di dieci (si si DIECI) melagrane.. inestimabile fonte di fertilità!
La scena sembrava quella di un film fantasy: io, il succo di melagrane e la steppa intorno.
Forse una balla di fieno sarebbe passata se non si fosse seccata di paura.
Il segnale fu deciso e schietto, il mio braccio alla Rey Mysterio parlava chiaro: il rito della melagrana non mi avrebbe restituito equilibrio, avrei dovuto cercare aria per tornare a respirare e un fisioterapista per il mio braccio mitologico. 
E' bastato poco per capire dove dirigersi: una semplice domanda "Come stai?", una mese pieno di difficoltà, dolori e pianti, la scoperta di blog di donne forti e gentili e una persona importante da ringraziare per iniziare un viaggio qui.

Di seguito posto le lettere da cui è partito tutto, perchè non posso raccontare una storia senza il suo reale inzio. Altrimenti non sarebbe così. 

Sono qui perchè il mio sogno di avere un bambino è ricco di magia come quella che c'è negli asini che volano. Ah dimenticavo: io credo davvero negli asini che volano! 

Volevo chiamarmi Petalo Blu con riferimenti puramente fatti apposta proprioapposta. Ma per gli amici sono SiRvia.
   

Lettera "Comestai?"

Lettera GRAZIE



Commenti (9) Visualizzazioni: 2809
Testi e foto sono di proprietà di "ealloraseiincinta?"
Copyright © 2012

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.