Bai Jia Bei e le magistorie anaspeciali

22 Gen 2013

diarista
Certe cose sono magiche..
Secondo me è un'usanza delle fate, polvere di fata..alla faccia di Sailor Moon e delle sue minigonne Disegual grazie a lei i miei complessi sono diventati dei veri e propri praecicli. Da quando ho la ritenzione mi chiamano Rita, da ritenzione idrica. Uffa.

Non credo che troverò le parole per descrivere la magia del BJB..
Ormai dopo sette anni di lavoro come clown dottore ho accumulato dei piccoli sogni in un angolino e li tengo tutti lì con i loro personaggi fantastici e le loro magiche azioni eroiche...

Da qualche parte ho qualche segnale, attaccato al muro o nascosto nel portafoglio, qualche disegno con su puntato il nome di chi ha deciso di fare un regalo prima della grande partenza o una pietra importantissima siper gormitissima regalatami da chi partiva ma per tornare a casa, quella vera.
Ho dei ricordi musicali, dei ricordi muti dell'altruismo innato dei bambini soprattutto quando stanno male..e l'energia devota dei genitori.
Troppe cose troppo grandi e quindi lì, le ho messe lì, nell'angolino.. Tante cose meravigliose.

Ogni cosa meravigliosa nasconde un segreto che puoi scoprire solo se ci immergi il muso a testa in giù..cioè se ti ci butti dentro ..perchè quando ti ci butti dentro o ci corri incontro in picchiata le Cose Meravigliose ti acchiappano al volo e ti ribaltano la prospettiva, cammini a testa in giù e ti ritrovi a capire per un momento che hai confuso le idee e forse i piedi non devono stare ben piantati a terra, anzi!
Nelle Cose Meravigliose tutti sono a testa in giù e chi è triste ride a lungo andare perchè le guance seguono un moto stellare tutto particolare, chi piange annaffia la terra che fa spuntare i fiori che con i loro petali fanno carezze a chi piange.
Nelle Cose Meravigliose si avverano i desideri perchè tutti hanno i piedi ben ancorati alle nuvole e ogni pensiero diventa una stella cadente, tutti i pensieri sono Bei Pensieri perchè alimentati dal cielo e dalle preghiere segrete dei venti, dalle cantilene e dal ritmo che possiede gli uomini.

Nelle Cose Meravigliose Tutto è possibile e ogni cosa è vivibile...soprattutto le cose difficili, sì.

Il BJB mi è sembrato subito una Cosa Meravigliosa e piano piano si è costruito da sé uno dei miei angoletti ben incastrandosi con gli altri..
Ecco quindi il magico taccuino per appuntare i dati di spedizione segreti di tutte voi...volessi inviare una seconda stoffina special guest

8ac5e5b257fe11e297b922000a1fa527 7
Sopra c'è scritto: “Il mio giardino di idde folli e stravaganti” ...Questo quaderno l'ho comprato un anno fa e mai usato perchè attendevo di destinarlo a qualcosa di speciale. Guarda caso è arrivato fin qui..
Questa la magiscatola porta stoffine...

little dream in a big scatolona

"Little dream in a big scatolona" ( e a inglese tenevo pure nove- vergogna petalo, vergogna)

E in alto sopra ogni cosa la magiStoffina numero 1 della cara Diarista!

Piccolo preamculo, cioè emmhemmH&M preinculo, preembolo no NO preambolo
PREAMBOLO 

Dato che ogni stoffina è e sarà “speciale” ma io detesto chi dice (irradiato da luce da discoteca e aura intermittente) che qualcuno è speciale ipotizzando già solo dicendolo che ci sia qualcun'altro che non lo sia
(se non mi capite vi prego fingete di farlo)

Indico la teoria dell' ANASPECIALITA' OLISTICA
e cioè
per ogni stoffina racconterò la sua “anaspecialità” raccontando la sua magistoria per dimostrare che tutte sono speciali e nessuna è da meno!

STORIA di UNA STOFFINA 1 Diarista

Arrivata da lande sconfrenate la stoffina giunse a casa immemore di essere destinata a PetaloBlu e tanto fu che tanta fosse, la stoffina capitò nella posta della vicina che per giorni la tesse (tenne in pagodaro/lingua scelttica che sarà usata nel tremila da chi paga IMU) per sé senza nulla dicere e tacere lei per un po'. PetaloBlu poi si destò e sniffò la preda, nell'aria sentì un odore di magicume e con finte prolatattiche (sempre lingua pagodara) bussò alle porte con scuse varie – Alla terza scusa che fu quella decisiva (ho bussato alla porta dicendo che erano tornati i 15 pappagalli verdi della pianura veneta a mangiare i miei kiwi e che eventualmente, se non glie ne fregava niente alla vicina, ero pure zoppa e bisognosa di aiuto- o forse le ho chiesto sol il sale, si forse fu così) rinvenni la stoffina e questo fu.

Così aperta eccola la stoffina che è un magico cielo di magici porcellotti volanti e ballerini (in realtà sarebbero femmine ma dire porcellotte ballerine mi fa sentire come un venditore di vibratori su T9 dopo la mezza).

E affianco al bigliettino chi mi compare più veloce della luce e nascosta tra le porcelle cioè (CIOé non si dice!! sarvamiiidall'odio e dal tumorroww!)i porcellini ballerini??! Una piccola lumachina spidigonzales! Si era nascosta lì per non so quanto e aveva abitato la bustina ..Appena vista si è subito iettata giù e chi l'ha vista più! Veloce come un saettone di quelli precisi, categorici. Era insomma una lumachina siluro, silura dentro e silura fuori. Avrà piovuto Rocchetta mentr'era (poetichesimo) nella buca delle lettere.

Ma penso anche che magari, e dico magari, era una lumachina magica abitante del mondo delle Cose Meravigliose che è venuta a darmi il benvenuto nell'incanto del BJB portando un po' di magia di Diarista...noo?

Bhè, se così non fosse, rimangono le maialine volanti ballerine che ho molto apprezzato appena viste con un bel sorriso a 50 dentiere (sempre alla faccia di Sailor Disegual!)

E quindi, che abbia inizio lo scambio magico!

Lascia il tuo commento

Post comment as a guest

0
termini e condizioni.
Testi e foto sono di proprietà di "ealloraseiincinta?"
Copyright © 2012

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.